Vai al contenuto

Gentili clienti, desideriamo informarvi che la nostra azienda sarà in vacanza fino al 31 marzo 2024.
Siamo lieti di accettare i vostri ordini e di consegnarli immediatamente al nostro ritorno.

Meno pulizia e più tempo: come sigillare correttamente il bagno!

Il bagno è uno di quei posti in cui andiamo più volte al giorno. Sicuramente conoscete tutti i problemi dei depositi di calcare o dell’inquinamento, che possono essere molto ostinati. Per questo motivo si consiglia di sigillare le superfici. La tenuta significa che l’acqua e lo sporco rotolano semplicemente via. In questo modo la pulizia si mantiene più a lungo e le superfici sono più facili da pulire. Quasi tutto nel bagno può essere sigillato, dalla vasca allo specchio alle finestre . Questo video mostra un esempio di utilizzo del lavandino .

Sommario

La preparazione

Sono innumerevoli i residui e le incrostazioni su un lavabo che si formano nella vita di tutti i giorni: sapone, impronte, calcare . Prima di applicare il vetro liquido, la superficie deve essere assolutamente priva di residui, come mostrato nel video – preferibilmente con etanolo, che scioglie tutti i composti grassi.

Il motivo dell’intensa pre-pulizia è lo spessore incredibilmente piccolo del rivestimento in vetro liquido. Questo è circa 100 volte più sottile di un’impronta digitale umana. Pertanto, prima di applicare il sigillo, è necessario assicurarsi che la pre-pulizia sia stata eseguita in modo coscienzioso.

L’applicazione del nano-sigillante

Dopo la pulizia, il lavabo viene strofinato a secco con un panno separato per poi applicare il vetro liquido. Una piccola quantità è sufficiente per sigillare l’intera cottura al forno. Il sigillante liquido per vetri può essere applicato sull’oggetto con un flacone spray e un panno . (In alternativa, è possibile utilizzare una spugna o un panno in microfibra ).

Dopo un tempo di attesa di 10 minuti, il rivestimento viene lucidato per rimuovere l’eccesso e ottenere la lucentezza prevista della superficie. A seconda dell’ambiente, può essere consigliabile chiudere l’acqua per evitare che i raccordi vengano utilizzati accidentalmente e che le guarnizioni vengano danneggiate. Dopo circa 24 ore la guarnizione è indurita e può essere utilizzata come di consueto.

Quali superfici possono essere sigillate in bagno?

I bagni sono spesso ambienti umidi e bagnati che possono essere soggetti alla formazione di muffa, macchie e danni da acqua. Una sigillatura o un’impregnazione professionale possono contribuire a mantenere la durata e l’aspetto delle superfici del bagno. Ad esempio, le macchie di calcare sono meno in grado di aderire alle cabine doccia in vetro e la muffa è meno in grado di aderire alle piastrelle. Inoltre, la nano-sigillatura contribuisce a ridurre la formazione di batteri sulle superfici in ceramica, come ad esempio il WC. Di seguito è riportato un elenco delle superfici e dei prodotti adatti:

  1. Superfici in ceramica (lavabo, WC, bidet)
  2. Superfici in vetro (pareti della doccia, specchi)
  3. Piastrelle (smaltate)
  4. Pietra naturale (marmo, granito, ardesia, arenaria)
  5. Legno (mobili, scaffali, rivestimenti)
  6. Metallo (rubinetteria, portasciugamani, accessori)
  7. Calcestruzzo (pavimento, piani di lavoro, lavabo)
  8. Tessili (tende da doccia, tappetini da bagno)

Quali sono i vantaggi dell’impermeabilizzazione del bagno?

Come già detto, le superfici che possono essere sigillate in bagno sono molteplici. Il vantaggio principale della sigillatura in bagno è la protezione dall’umidità e l’effetto autopulente. I singoli nano-sigillanti sfruttano l’effetto loto, o effetto perline, che riduce notevolmente lo sforzo necessario per la pulizia e aumenta la funzione protettiva. Le macchie di acqua, calcare o residui di sapone non aderiscono alle superfici e possono essere facilmente rimosse.

L’ambiente umido del bagno spesso facilita l’accumulo di muffe e batteri. Anche in questo caso il sigillante è utile, in quanto impedisce all’umidità di penetrare nel materiale. La protezione della superficie è rafforzata, in modo che il materiale rimanga come nuovo più a lungo.

Domande frequenti sulla sigillatura delle piastrelle

Che cos'è la sigillatura delle piastrelle?

La sigillatura delle piastrelle è un processo che prevede l’applicazione di uno strato protettivo sulla superficie delle piastrelle per proteggerle da sporco, umidità e altri agenti nocivi.

Quali sono i vantaggi di sigillare le piastrelle in bagno?

La sigillatura delle piastrelle in bagno le rende impermeabili, le protegge dalle macchie di calcare e ne facilita la pulizia, poiché lo sporco e le macchie d’acqua non possono penetrare così facilmente nella superficie.

Quali tipi di sigillatura esistono oltre alla nano-sigillatura?

Oltre alla nano-sigillatura, esistono anche altri metodi di sigillatura come la lucidatura, la sigillatura, l’impregnazione e il rivestimento per proteggere e mantenere la superficie delle piastrelle.

Di cosa devo tenere conto quando devo sigillare le piastrelle in bagno e in cucina?

Prima di sigillare le piastrelle, è necessario assicurarsi che la superficie sia pulita, asciutta e priva di muffa. Selezionare il prodotto di tenuta più adatto alle esigenze specifiche del locale.

Qual è il tempo di asciugatura dopo la sigillatura delle piastrelle?

Il tempo di asciugatura dopo la sigillatura delle piastrelle può variare a seconda del prodotto. Si raccomanda di seguire le istruzioni del produttore e di non caricare nuovamente le piastrelle prima che siano completamente asciutte.

Con quale frequenza devo sigillare il mio bagno?

La frequenza delle sigillature dipende dal materiale e dall’usura della superficie. In generale, i sigillanti dovrebbero essere rinnovati ogni 1-3 anni, a seconda dell’usura e della qualità del sigillante.

Come posso prevenire la formazione di muffa nel bagno sigillandolo?

Il giusto sigillante può aiutare a prevenire la formazione di muffa, allontanando l’umidità dalle superfici e rendendo gli ambienti più facili da pulire. Assicuratevi di utilizzare un sigillante adeguato e di garantire una buona ventilazione del bagno. Tuttavia, il sigillante non combatte attivamente la crescita della muffa, che può quindi formarsi in casi isolati. Tuttavia, questo può essere rimosso più facilmente.

Posso sigillare il mio bagno da solo o devo rivolgermi a un professionista?

È possibile sigillare il bagno da soli se si hanno le conoscenze e le competenze necessarie e se si acquisisce familiarità con i materiali e il processo. Nel nostro articolo troverete tutte le informazioni necessarie. Date un’occhiata al video, che spiega le singole fasi.

Acquistare online la nano sigillatura per il bagno

Esclusione di responsabilità:

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono state redatte con la massima cura e al meglio delle nostre conoscenze e convinzioni. Si raccomanda che l'applicazione dei sigillanti descritti venga effettuata esclusivamente da ditte specializzate e con l'utilizzo di indumenti protettivi adeguati. Si consiglia inoltre di testare prima il sigillante su un'area poco visibile per assicurarsi che il risultato sia all'altezza delle aspettative e che la superficie non venga danneggiata.